La metodologia Tracer

La metodologia Tracer2021-10-29T15:06:50+02:00

IL CORSO 

All’interno della metodologia di valutazione della qualità e del rischio che Joint Commission ha costruito attraverso i propri standard, l’assessment con la metodologia TRACER ricopre un posto di particolare rilievo. La formazione sulla metodologia Tracer rappresenta un valore aggiunto assoluto nell’ambito delle attività di Joint Commission Italian Network perché consente di valutare tutte le procedure a cui un paziente è sottoposto durante il ricovero ospedaliero: l’accettazione, gli esami e i trattamenti, i trasferimenti e le dimissioni. Si tratta di un’analisi precisa di tutti i settori di lavoro che mette in luce le problematiche d’interfaccia tra le diverse procedure di trattamento.
I controlli fatti con metodologia Tracer comprendono anche tutti i processi organizzativi. Tra questi, ad esempio, le competenze dei professionisti, la gestione delle informazioni, il facility management, i sistemi di sicurezza…

LE TEMATICHE DI INTERVENTO

La prima parte di lavoro prevede una attività didattica attiva di tipo teorico (lezione frontale) in cui viene illustrata la metodologia di valutazione.
La seconda parte del lavoro è strutturata in modo differente rispetto alla didattica classica. Vengono infatti costituiti alcuni gruppi (ciascuno al massimo di 6/7 persone) che svolgeranno una attività sul campo di osservazione dell’attività di valutazione mirata all’interno dei reparti, attraverso interviste ai professionisti, ai pazienti e revisione della documentazione clinica.
I gruppi di professionisti seguiranno consulenti esperti nella metodologia di valutazione sviluppata da JCI. Le attività di simulazione della valutazione saranno svolte all’interno dell’organizzazione. Al termine della valutazione vengono discussi i rilievi raccolti dai gruppi e fornite indicazioni su come sviluppare la reportistica. I partecipanti saranno chiamati anch’essi a stendere un report sulla attività di visita.

Le tematiche affrontate saranno molteplici, tra le quali:

  • documentazione clinica
  • sicurezza del farmaco
  • sicurezza in sala operatoria
  • prevenzione e controllo infezioni
  • sicurezza dell’infrastruttura

I DESTINATARI 

Il corso si rivolge ai professionisti di area sanitaria (ma è possibile inserire professionisti di altra area, ad esempio ingegnere o altra qualifica che segue la sicurezza) che avranno il compito di aiutare l’organizzazione nelle attività di assessment negli Uffici Qualità e Risk Management, nella rete dei Referenti per la Qualità e di gestione del rischio, in direzione medica di presidio e sanitaria ecc.




* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente I.V.A. ai sensi dell’art.10 D.P.R. n. 633/72, così come dispone l’art.14, comma 10, Legge n.537 del 24/12/93.